Agenda Digitale del Veneto

infrastrutture digitali e CST regionali

nella convinzione che

1) le infrastrutture territoriali abilitanti per la telematica a favore della PA debbano essere rappresentate da reti geografiche e da un sistema di pochi datacenter efficienti e nativamente connessi alla rete telematica pubblica;

2) le infrastrutture telematiche abilitanti siano e debbano essere prioritariamente realizzate in aree di proprietà della PA, meglio se inalienabili, in modo da garantire continuità temporale, certezza dell’investimento, abbattimento dei costi e diritto di accesso a tutti i potenziali utilizzatori pubblici e privati;

3) l'erogazione di servizi telematici alle PA necessiti di sistemi con capacità di calcolo e di storage che, per risultare efficienti, debbano essere concentrati in pochi siti, fare un forte ricorso alla virtualizzazione, avere un elevato standard di sicurezza informatica e fisica, realizzare una rete virtuale con funzioni di backup, di business continuity e di disaster recovery, si propone che l'Agenda digitale del Veneto contenga un'azione specifica volta ad incentivare la realizzazione di datacenter centralizzati sul territorio con particolare riferimento ai Centri di Servizio Territoriali (CST) esistenti ed eroganti il servizio in questione, individuando misure di sostegno della attività dei citati CST.

Tags

Voting

1 vote
Active
Idea No. 36